Documenti Societari

Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo

Organismo di Vigilanza

Il Consiglio di Amministrazione, ai sensi di quanto previsto dal D.Lgs. 231/2001 in materia di responsabilità amministrativa degli Enti, nomina, con apposita delibera, l’Organismo di Vigilanza (OdV), con il compito di vigilare sul funzionamento e l’osservanza del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D.Lgs. 231/2001 nonché sul suo aggiornamento, improntando la propria azione sulla base di principi di autonomia ed indipendenza.

Chiunque venga a conoscenza di violazioni o sospetta violazione delle regole previste dal Modello di IBL Banca e/o dal Codice Etico di Gruppo, ha l'obbligo di far pervenire una segnalazione scritta, anche anonima, all'OdV, secondo le modalità descritte nel Modello stesso.

L'Organismo di Vigilanza di IBL Banca è composto da tre membri e resta in carica per la durata stabilita dal Consiglio di Amministrazione all’atto della nomina.

Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001

Il Decreto Legislativo n. 231, dell'8 giugno 2001, disciplina la responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica (enti). Tale forma di responsabilità presenta forti analogie con quella penale poiché è autonoma rispetto alla persona fisica che ha commesso il reato, l'ente infatti potrà essere dichiarato responsabile anche se la persona fisica che ha commesso il reato non è perseguibile ovvero non è stata individuata.

La Banca può incorrere in tale responsabilità qualora:

  • un soggetto che riveste posizione apicale al suo interno, ovvero un sottoposto, abbia commesso uno dei reati previsti dal Decreto e descritti nella Parte Speciale del Modello organizzativo della Banca;
  • il reato sia stato commesso nell'interesse o a vantaggio della Banca stessa.

Al contempo, la Banca può essere esonerata dalla responsabilità se dimostra di aver adottato ed efficacemente attuato modelli di organizzazione, gestione e controllo idonei a prevenire la commissione degli illeciti previsti dal Decreto.

In tale contesto, IBL Banca ha adottato un proprio Modello il cui scopo è la predisposizione di un sistema strutturato ed organico di procedure ed attività di controllo / norme comportamentali, mediante l’individuazione delle attività sensibili, per la consapevole gestione del rischio di commissione dei reati. Il Modello inoltre descrive la composizione e il ruolo dell'Organismo di Vigilanza e il sistema disciplinare interno.

Il Codice Etico, norma primaria a cui il Modello deve ispirarsi e attenersi, viene considerato parte integrante dello stesso. Esso ha la funzione di definire i valori cui si ispira il Gruppo e nel cui rispetto devono operare i soggetti appartenenti a tutte le strutture aziendali nonché i diversi partner della Banca.

Per un approfondimento scarica il documento