Comunicati Stampa

Aumento di capitale da € 3,5 milioni per FoolFarm SpA a €22 milioni di valutazione.

Il gruppo guidato da Andrea Cinelli continua la sua crescita e chiude un aumento di capitale significativo diventando il venture builder più capitalizzato in Italia ed uno dei principali in Europa.

IBL Banca tra i nuovi soci di FoolFarm per sostenere lo sviluppo di startup e l’innovazione deep-tech per il settore finanziario.

Milano, 8 novembre 2022 – Dopo meno di due anni dalla nascita, FoolFarm SpA, uno dei principali venture builder italiani attivo nel settore dell’Intelligenza Artificiale, Cybersecurity e Blockchain, completa l’aumento di capitale pari a €3,5m raggiungendo una post-money valuation di circa €22m; tale traguardo permette al Gruppo di confermarsi quale venture builder deep-tech più capitalizzato in Italia e tra i primi dieci in Europa in ambito Deep-Tech. Il Gruppo inoltre ha creato, in soli due anni, oltre €15M di asset in nuove Startup lanciate sul mercato, sempre in ambito Deep-Tech.

Fra i maggiori soci che hanno deciso di sostenere ed intraprendere il percorso accanto al CEO Andrea Cinelli vi sono: IBL Banca, Renato Dalla Riva, ex presidente di Cedacri ed una cordata di importanti investitori italiani rappresentati dalla società Ottavia. KPMG è l’advisor e il partner a supporto delle operazioni di FoolFarm.

“Attraverso questo aumento di capitale FoolFarm diventa uno dei maggiori Venture Builder per capitalizzazione, in Italia ed in Europa” – commenta Andrea Cinelli, CEO di FoolFarm SpA. “Siamo davvero orgogliosi dell’ingresso di questi nuovi soci, aziende e profili di eccellenza assoluta, che hanno dimostrato piena fiducia nel nostro progetto e consolidato così il nostro percorso di crescita a livello europeo che vuole portarci presto all’ IPO. FoolFarm vuole essere la fabbrica che costruirà, da zero al mercato con un processo di tipo quasi “scientifico”, le nuove Startup che svilupperanno l’enorme mercato del cosiddetto “Deep-Tech” (tecnologie disruptive che risolveranno i grandi problemi della nostra generazione) ed in particolare dell’Intelligenza Artificiale, Blockchain, Realtà Aumentata e Cybersecurity, contribuendo a realizzare un modello di venture capital più redditizio per gli investitori e più solido per gli startupper. L’aumento di capitale ci consente anche di supportare sia la nostra espansione nazionale, con l’apertura della sede di Lecce, dove attiveremo collaborazioni con sistema universitario e, a breve, a Roma dove vogliamo portare il nostro nuovo modo di costruire Startup ed un riferimento dell’innovazione, sia internazionale a partire dalla nostra partecipazione al Web Summit di Lisbona dove siamo presenti.”

“Con l’ingresso di IBL Banca in FoolFarm, oggi la più grande fabbrica di startup in Italia e tra le principali in Europa, prosegue il nostro percorso di diversificazione del business in settori ad alto potenziale. Contribuire alla nascita e al successo di start up specializzate in tecnologie di frontiera significa essere parte attiva nel processo di innovazione destinato a rivoluzionare anche il mondo bancario, spianando la strada a nuovi modelli di business in cui gli sviluppi deep-tech si traducono in servizi più accessibili, sicuri e sostenibili per i clienti” dichiara Mario Giordano, Amministratore Delegato del Gruppo IBL Banca.

FoolFarm SpA è un Venture Builder attivo nel settore del Deep-Tech ed in particolare dell’Intelligenza Artificiale, Cybersecurity e Blockchain; un'azienda che ha come obiettivo quello di creare nuove imprese, innovative, attraverso il modello del “venture building,” in sintesi creazione di nuove Startup con un metodo quasi “scientifico”, industriale e iper-specialistico (il settore di FoolFarm è il Deep-tech) . La missione è generare startup di successo da zero, basate su tecnologie “Deep-Tech” ed in particolar modo in ambito Artificial Intelligence, Blockchain e Cybersecurity, sempre fondate attorno a brevetti e sviluppate attraverso un processo industriale di fabbricazione delle startup della durata di 36 mesi.

Negli ultimi dodici mesi, infatti, FoolFarm ha lanciato quattro startup di successo sviluppando oltre €15M in termini di asset value e raccogliendo investimenti per oltre €1,5M attraverso la propria community di Investimento, il Fooler Club: Voiceme (voiceme.id), che consente di trasformare la voce di una persona nella sua identità digitale, permettendo all’utente di firmare legalmente attraverso la propria voce; IIO (iio.ai) una piattaforma di Voice-as-a-Service che permette lo sviluppo di nuove applicazioni conversazionali senza problemi di privacy; Fragmentalis (fragmentalis.com), startup di cybersecurity che protegge i dati delle aziende e dei propri clienti attraverso la polverizzazione del dato, e UpME (upme.ai), la prima piattaforma di “intelligenza aumentata” che consente attraverso l’AI di fornire ad ogni dipendente un suo “alter-ego” digitale della propria conoscenza consentendo un risparmio in termini di tempo necessario per reperire informazioni di oltre 50minuti /giorno in un contesto dove le fonti di informazioni (email, chat, documenti…) sono molteplici.

FoolFarm inoltre annuncia il completamento dell’aumento di capitale della sua 3° startup Fragmentalis, lanciata a giugno scorso e basata sulla tecnologia della “polverizzazione del dato”, che ha raccolto €300k attraverso un Convertendo con una valutazione compresa tra i €3,5M e €6M.

Infine FoolFarm lancerà nelle prossime settimane il veicolo di investimento FoolCapital, il primo fondo europeo software deep tech basato su criteri di Venture Building, una assoluta novità sullo scenario italiano ed europeo che ha l’obiettivo di raccogliere€30m per arrivare ad investire entro il 2027 in 40 startup in fase di Pre-seed, Seed e Serie A.

PDF 0,1MB DOWNLOAD

Contatti Ufficio Stampa

contatti ufficio stampa
Barabino & PartnersAllegra Ardemagni